Giornale di Brescia 19 febbraio 2010
 
Proseguono gli interventi di riqualificazione e messa in sicurezza della provinciale 668 «Lenese» che collega la Bassa bresciana al lago di Garda. La strada nei suoi 47 chilometri di sviluppo attraversa 11 Comuni compresi fra Orzinuovi e Lonato del Garda. Molti sono i lavori già realizzati nel corso di questi anni dall’Assessorato provinciale ai lavori pubblici. L’ultimo intervento, appena appaltato e che verrà ultimato entro la fine dell’anno, interessa quel tratto di strada che dal confine con Ghedi arriva alla rotatoria dell’intersezione con la provinciale 37, la Isorella-Fascia d’oro.
«Si tratta di lavori inquadrati nel più generale piano di sistemazione e messa in sicurezza di questa importante arteria di collegamento della provincia di Brescia predisposto nel 2004» sottolinea l’assessore provinciale ai Lavori pubblici, ing. Mauro Parolini. «Il progetto puntava ad eliminare i numerosi punti a rischio della 668, teatro di parecchi incidenti stradali per un investimento stimato in ben 30 milioni di euro. Le prime opere del complesso programma di lavori furono realizzate a partire da settembre del 2004 interessando i comuni di Orzinuovi, Orzivecchi, Pompiano e Offlaga. Furono inaugurati dal presidente della Regione Roberto Formigoni nel 2005. Da allora i cantieri aperti e completati sono stati numerosi. In tempi assai brevi apriremo ora quello di Montichiari che prevede la realizzazione di una nuova rotatoria e di due contro strade della lunghezza di quasi 3 chilometri per un investimento di oltre 1,6 milioni di euro».
Il progetto, entrando in dettaglio, punta alla messa in sicurezza della strada interessata, qui a Montichiari come in molti altri tratti del percorso rettilineo, da molteplici intersezioni dirette a raso percorse anche da mezzi agricoli e, purtroppo, teatro di frequenti incidenti. Da qui l’idea, pur mantenendo invariata l’ossatura della strada rettilinea, di provvedere all’adeguamento strutturale ed all’eliminazione degli incroci, della possibilità di svoltare a sinistra. Problema risolto ricorrendo alla costruzione di rotatorie nelle intersezioni più importanti ed eliminando gli incroci intermedi attraverso la costruzione di controstrade capaci di allontanare dalla provinciale il traffico locale. Non solo. 
Nel caso che questi veicoli debbano attraversare la 668 vengono convogliati verso quei punti dove sono in funzione le rotatorie capaci di rallentare la velocità e quindi di evitare scontri.
Nel caso delle opere appaltate a Montichiari al confine con Ghedi (progressiva 15+500) è prevista la costruzione di una nuova rotonda che avrà un raggio esterno delle corsie veicolari di 39 metri ed uno interno di 29,50. Le contro strade, una per ogni carreggiata avranno una larghezza di 5 metri più arginello da 0,75 occupando in parte aree private. La loro lunghezza fra il confine con il comune di Ghedi e la rotatoria già esistente all’incrocio con la provinciale 37 è di poco inferiore a 3 chilometri.