Bresciaoggi 17 Novembre 2009
 
Prima che studenti e futuri automobilisti, sono giovani che, quando ascoltano la voce di chi ha perso sulla strada un figlio, un fratello o un amico, allora sanno «tirare il freno» alla loro vita veloce. Punta soprattutto all’educazione alla vita la convenzione sottoscritta ieri tra Broletto, Loggia, Associazione Familiari Vittime della Strada (Afvs) e Ufficio scolastico provinciale: quattro firme che valgono 21 mila euro (10 mila a carico della Provincia, suddivisi tra i vari assessorati; 5 mila del Comune e 6 mila dell’Usp), per entrare nelle scuole e dire ai ragazzi che sulle strade si continua a morire. ….