Milano, 5 apr. – Approvata all’unanimità dal Consiglio regionale la mozione bipartisan sulla situazione della linea ferroviaria Milano – Brescia – Verona, con riferimento alla sostituzione dei treni Frecciabianca con i Frecciarossa. Nel merito sono intervenuti l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Mauro Parolini e i consiglieri regionali Fabio Rolfi e Gian Antonio Girelli, primi firmatari del documento, che già nei giorni scorsi avevano diffuso una nota congiunta per denunciare la situazione dei pendolari bresciani.

“Abbiamo portato all’attenzione dell’Aula del Consiglio regionale – spiegano Parolini (NCD – Area Popolare), Rolfi (Lega Nord) e Girelli (Partito Democratico) – una situazione grave che rischia di creare disagi molto pesanti alle migliaia di pendolari che ogni giorno utilizzano il trasporto ferroviario dalle zone del lago di Garda e da Brescia verso Milano. La progressiva sostituzione dei treni Frecciabianca con Frecciarossa è stata pensata da Trenitalia con una logica che poco ha a che vedere con il servizio pubblico, e, se non corretta, genererà pesanti conseguenze anche sul trasporto regionale, che difficilmente riuscirà a reggere il traffico di passeggeri".

“Non possiamo ignorare la mobilitazione dei pendolari, che proprio in questi giorni hanno lanciato una petizione che ha già raccolto oltre 500 firme per denunciare una manovra scriteriata da parte di Trenitalia, che offre il medesimo servizio ad un costo nettamente più elevato, a cui si somma anche l’obbligo della prenotazione e l’impossibilità di utilizzo dell’attuale abbonamento integrato. In questa partita è essenziale che la Regione si faccia portatrice delle istanze, non soltanto dei fruitori dei Frecciabianca, ma anche di tutti gli altri pendolari e studenti che abitualmente utilizzano i treni regionali e vedrebbero un netto peggioramento del servizio a causa dell’aumentare dell’utenza".

“Per queste ragioni – proseguono Parolini, Rolfi e Girelli – abbiamo chiesto alla Giunta di attivarsi presso Trenitalia per fare in modo che venga immediatamente ripristinata, allo stesso prezzo, la funzionalità dell'abbonamento regionale ‘IoViaggio ovunque in Lombardia’ e della ‘Carta Plus’, per fare in modo che i pendolari possano utilizzare tutti i treni dell’attuale linea Milano-Brescia-Desenzano, compresi i nuovi Frecciarossa, che stanno mantenendo i medesimi orari dei Frecciabianca sostituiti. In secondo luogo chiediamo che la Regione si attivi da subito per garantire un servizio di treni regionali veloci dalla zona del Garda e di Brescia in direzione Milano, oltre alla costituzione di un tavolo con tutti gli attori coinvolti (Trenitalia, Trenord, RFI, la Regione, gli Enti locali interessati e i rappresentanti dei pendolari) per la definizione di linee comuni da intraprendere relativamente alla conclusione della nuova linea AV. Infine – concludono gli esponenti regionali – chiediamo ci sia un impegno comune per far sì che, all’apertura della tratta di Alta Velocità Treviglio – Brescia, anche l’utilizzo dei treni Frecciarossa possa essere integrato su richiesta nella ‘Carta Plus’ a costi sostenibili".