Bresciaoggi 7 settembre 2012

 
È stata approvata ieri all´unanimità in Consiglio regionale la mozione presentata da Mauro Parolini (Pdl) che chiede una revisione delle norme che prevedono, a partire dal 2013, l´estensione del patto di stabilità ai piccoli Comuni (fino a 5000 abitanti) e alle Unioni dei Comuni. «Si tratta di vincoli – ha detto Parolini – che costringono i piccoli enti locali a limitazioni della capacità di spesa e di investimento, penalizzando soprattutto le fasce più deboli della popolazione».
La mozione, sottoscritta anche dal vice presidente Carlo Saffioti (Pdl), chiede alla Giunta di proporre ulteriori iniziative «utili ad evitare l´estensione del patto» e a continuare l´azione di sostegno alla capacità di spesa degli enti locali già soggetti al patto di stabilità attraverso il Patto di stabilità territoriale.
Sono intervenuti a favore della mozione i consiglieri Alessandro Alfieri (Pd), Ugo Parolo (lega Nord) e Stefano Zamponi (IdV). L´assessore al Bilancio Romano Colozzi ha dichiarato che la Giunta condivide la mozione, «tanto è vero – ha detto – che da anni stiamo proponendo la regionalizzazione del patto di stabilità», e ha chiesto di aggiungere che «il patto deve sostenere le spese di investimento e scoraggiare le spese correnti improduttive».