LOMBARDIA, RIPRISTINATA FACOLTÀ POLIZIA LOCALE DI SANZIONARE AMBULANTI FUORI REGOLA

L’Assessore al Commercio, Parolini: “misura a tutela degli operatori onesti”

MILANO, 22 dic. – “Un intervento dovuto che riporta chiarezza alla norma, con l’intento di tutelare gli ambulanti onesti, sostenere l’attività di controllo dei Comuni e le politiche di riqualificazione dei mercati  su area pubblica”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, Assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, commentando l’approvazione da parte del Consiglio Regionale durante la sessione di bilancio, di un emendamento a firma Nuovo Centrodestra, che ripristina la facoltà, per gli agenti della polizia locale, di sanzionare gli ambulanti per il mancato aggiornamento della carta di servizio e dei titoli abilitativi ad esercitare l’attività di commercio su area pubblica.
“L’abnegazione e l’impegno degli ambulanti onesti rendono i mercati comunali elementi di attrattività del territorio e contribuiscono ad accrescere la qualità urbana delle nostre città. Questo patrimonio – ha spiegato Parolini – va tutelato e preservato in un contesto condiviso di legalità che respinga in ogni modo elementi negativi, quali abusivismo e contraffazione”.
“L’Assessorato al Commercio è infatti impegnato su questo fronte a fianco degli ambulanti e negli ultimi anni – ha concluso Parolini – ha messo in campo diverse misure come: l’inasprimento delle sanzioni per gli abusivi, l’istituzione del Comitato consultivo regionale per il contrasto all’Abusivismo e l’informatizzazione della Carta di esercizio e dell’attestazione annuale, strumenti che garantiscono la regolarità dell’operatore su aree pubbliche dal punto di vista amministrativo, fiscale, previdenziale e assistenziale”.