Rho/Mi, 15 apr. – "'Design Competition' va proprio nella direzione che Regione Lombardia vuole perseguire: aiutare l'ingresso di nuovi talenti nel mondo del design e, quindi, dell'industria. Quelli che vedete sono prototipi, non solo idee, non solo disegni, ma i primi di una lunga serie di prodotti, questo l'auspicio di chi li ha progettati, ma anche il nostro". Lo ha detto l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia Mauro Parolini in occasione della presentazione dello stand dedicato ai prototipi di 'Design Competition', al Salone del Mobile 2015.

IL PROGETTO – "'Design Competition' – ha ricordato l'assessore – è un'iniziativa promossa da Regione Lombardia in collaborazione con Adi-Associazione per il Disegno Industriale e FederlegnoArredo, che ha permesso a 61 designer, sotto i 35 anni, di entrare in un rapporto diretto e guidato con aziende industriali che hanno realizzato i prototipi oggi esposti in questa importante vetrina".

REALIZZAZIONE PROTOTIPI – "Dopo l'abbinamento dei designer  con le imprese, e forse questa è l'idea più significativa – ha sottolineato Parolini – ciascun giovane è stato affiancato da un tutor esperto, che lo ha aiutato a industrializzare la sua idea. La realizzazione dei prototipi è durata circa 3 mesi (da dicembre 2014 a febbraio 2015)".

DA REGIONE 660.000 EURO – "Per  questo progetto – ha puntualizzato Parolini – Regione Lombardia, nonostante il periodo di ristrettezze, ha messo in campo una cifra importante, 660.000 euro. Ma sapere che alcuni di questi progetti sono già stati opzionati per la produzione industriale ci fa comprendere che abbiamo visto giusto, che abbiamo raggiunto il nostro obiettivo e che siamo pronti per  la prossima edizione".

NUMERI DEL PROGETTO – Di seguito i numeri del progetto: 37 prototipi realizzati; 61 designer (19 singoli e 18 gruppi per un totale di 42 designer); 32 imprese (5 imprese hanno realizzato 2 prototipi); 28 tutor (9 hanno seguito 2 prototipi). Il 75 per cento dei designer è compreso nella fascia 23-28 anni. Tra le provincie di residenza dei designer le più rappresentate sono: Brescia (7 designer), Milano (6), Bergamo e Como (5 ciascuna); quanto alla presenza delle imprese sono invece: Lecco (7 imprese), Como (5), Milano, Bergamo e Sondrio (4 ciascuna). Il 75 per cento dei designer ha studiato al Politecnico di Milano e il 65 per cento ha una laurea in design.