Milano, 20/06/2014  “Sono autorizzate le catture di cesena, merlo, tordo bottaccio e tordo sassello a fini di richiamo e il prelievo di storni per prevenire danni alle colture agricole. Queste le novità che oggi la Giunta Regionale ha approvato – ha dichiarato l’assessore Regionale Mauro Parolini – Certo è positivo il fatto che anche quest’anno è autorizzata la cattura di richiami vivi, necessari per l’esercizio della caccia da appostamento fisso. Però è poco coerente, anche sotto il profilo logico, che la Commissione Europea e l’ISPRA obblighino le Regione ad una programmazione pluriennale delle catture, con una riduzione progressiva delle stesse, mentre la Direttiva uccelli prevede che questa e altre deroghe debbano essere annuali.

L’incontro del settembre scorso con la Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea, da me promosso, ha aperto uno spiraglio sulla caccia del tordo, della peppola e del fringuello. E’ necessario documentare scientificamente l’assenza di alternative alla caccia in deroga sulle basi di motivazioni culturali e delle tradizioni dei luoghi, pretendendo poi dall’ISPRA che faccia il suo dovere e fornisca i dati la cui produzione rientra tra i suoi compiti istituzionali.”