LOMBARDIA. PRESENTATA PROPOSTA DI REFERENDUM PER STATUTO SPECIALE

PAROLINI (NCD): “SI ALL’AUTONOMIA NO ALLA PROPAGANDA E ALLA CONFUSIONE”

 

Milano, 3 aprile 2014 – “Il Nuovo Centrodestra è a favore di un referendum propositivo in merito alla trasformazione della Lombardia in Regione a Statuto Speciale. È una nostra battaglia che abbiamo portato avanti da sempre perché riteniamo che l’autonomia sia un valore soprattutto quando, come in Regione Lombardia, significa efficienza, qualità ed eliminazione degli sprechi, vicinanza ai bisogni delle persone e delle famiglie”. Questo il commento del capogruppo del Nuovo Centrodestra in Regione Lombardia, Mauro Parolini, a margine della conferenza stampa convocata da alcuni gruppi consiliari di maggioranza per presentare la proposta di un referendum sulla trasformazione della Lombardia in Regione a Statuto Speciale.

 

“Proprio perché questa è una battaglia importante in cui crediamo – spiega Parolini -, non possiamo prestarci a strumentalizzazioni alimentate da posizioni equivoche. Non comprendiamo, infatti, il motivo per cui davanti al tavolo della conferenza stampa sia stata esposta una bandiera che richiama la Serenissima, non la bandiera di Regione Lombardia, e il messaggio che viene lanciato rischia di sminuire e confondere un tema di così grande importanza come è il ruolo delle autonomie locali”.

 

“Non servono – conclude il coordinatore regionale del Nuovo Centrodestra, Alessandro Colucci – spot elettorali né si può alimentare la confusione ma è necessario proseguire con serietà gli impegni assunti con i nostri elettori a partire dal tema del federalismo fiscale e delle macroregioni. Gli alleati, a partire da Forza Italia, chiariscano se la loro modalità d’azione è quella di esporre la bandiera di San Marco o più realisticamente quella di guardare alle Regioni e alle Province a statuto speciale esistenti”.