Giornale di Brescia 4 maggio 2011
 
Alla fine di marzo il consigliere Mauro Parolini ha rivolto un’interpellanza all’assessore regionale alla Caccia per conoscere se all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) fossero stati chiesti i dati sulla consistenza delle specie storno, fringuello, peppola, pispola e frosone e, nell’eventuale assenza, se fossero state individuate fonti alternative in grado di fornirli. 
Non troppo convincente la risposta dell’assessore De Capitani: fa sapere che negli ultimi anni la Lombardia ha puntualmente inoltrato richiesta all’Ispra, ottenendo in risposta che, applicando i criteri indicati dalla Comunità Europea, i dati disponibili a livello europeo non consentono una determinazione scientificamente solida della piccola quantità delle specie richieste in deroga. 
Aggiunge poi che dopo la sentenza di condanna 15 luglio 2010 della Corte di Giustizia delle Comunità europee, si sono tenuti numerosi incontri fra le Regioni (Lombardia compresa), i Ministeri dell’ambiente e dell’agricoltura, il Dipartimento politiche comunitarie e l’Ispra: «Nel corso dell’ultimo incontro, si è preso atto che seguendo la metodologia finora elaborata dall’Ispra in base alle linee guida della CE, le deroghe si rivelano di fatto inapplicabili». 
Le Regioni avrebbero a quel punto sollecitato il Ministero dell’ambiente a sottoporre alla Comunità Europea la possibilità di una diversa metodologia di calcolo della piccola quantità. D’altro canto, ha sostenuto De Capitani, la Lombardia con l’Università di Milano, aveva già realizzato uno studio in tal senso, che se accettato avrebbe potuto costituire una interessante alternativa. Comunque, ha concluso l’assessore, «il riferimento alle fonti alternative sarà possibile solo se e quando la proposta di legge al Parlamento (di modifica dell’art. 19 bis della 157), approvata dal Consiglio (lombardo) il 15 marzo 2011, sarà approvata anche dal Parlamento».
* La Fidc di Corzano organizza una gara di trap ad un colpo sul campo Bettolino venerdì 6 maggio ore 21.
* Promosso dalla «Pavoncella» sabato 7 maggio ore 13 sul campo di Lonato si terrà il Trofeo Romano Abele, gara di tiro al piattello.
* La Fidc comunale di Brescia organizza domenica 8 maggio dalle 13.30 sul campo Bettolino-Trenzano la gara di tiro «percorso di caccia in pedana» riservata ai soci della sezione cittadina.
* La Fidc di Caino organizza domenica 8 maggio ore 6.30 una gara cinofila su starne località Ca’ Brusada. 
* La Fidc di Bornato organizza domenica 8 maggio campo Bettolino ore 9 una gara di tiro al piattello trap americano ad un colpo.
a cura di Federcaccia Brescia