Bresciaoggi 19 novembre 2011
 
Mentre tre cantieri stanno per avviarsi alla conclusione, ci riferiamo all´allargamento di un ponticello a Stadolina, della carreggiata a Cortaiolo di Vione e ai marciapiede a Pontagna di Temù, grazie ai buoni uffici del consigliere regionale Mauro Parolini e dell´assessore provinciale ai Lavori pubblici Maria Teresa Vivaldini, il presidente dell´Unione dei comuni dell´alta Valcamonica, Mauro Testini, è riuscito a «convincere» l´Anas a effettuare una serie di piccoli interventi (micro, in alcuni casi, visto che l´importo previsto, per esempio, per raddrizzare una curva a Stadolina, è di circa centomila euro), che nei prossimi mesi miglioreranno diversi tratti della statale 42, da Vezza d´Oglio a Pontedilegno. 
«L´impegno è di questi giorni – spiega soddisfatto il presidente e sindaco di Vione – e concretizza un lavoro di convincimento durato mesi. Andremo così a risolvere alcune limitazioni alla viabilità, strettoie e curve a "esse", piuttosto che punti critici segnalati da tempo. Sono tutti interventi condivisi dai quattro comuni (Vezza, Vione, Temù e Pontedilegno) – aggiunge -, e siamo grati alla Comunità montana, che si è fatta interprete delle esigenze del territorio per accelerare le pratiche e ha steso la progettazione preliminare per l´ente proprietario dell´arteria». 
L´Anas è spesso nel mirino degli amministratori locali perchè non risponde alle richieste del territorio…«Non in questo caso, per fortuna – afferma Testini -. In realtà va reso merito all´ente, e in particolare al dirigente del Compartimento della Lombardia, ingegner De Lorenzo, per aver considerato prioritarie alcune situazioni evidenziate in passato senza risultato. Nel frattempo ne abbiamo rilevate altre e le nostre richieste sono state accolte».