STATI GENERALI DEL CENTRO DESTRA

PAROLINI (NCD): "PUNTIAMO SULLA COALIZIONE. STATI GENERALI DEL CENTRODESTRA AD APRILE"

Brescia 8 Febbraio 2014 – Se il progetto di un partito unico non è riuscito, allora bisogna prenderne atto e ripartire dalla coalizione di Centrodestra, per rilanciare la quale propongo di convocare gli Stati Generali qui a Brescia a inizio aprile.

E' l'invito rivolto da Mauro Parolini, capogruppo del Nuovo Centrodestra in Regione Lombardia, ai presenti al Convegno organizzato da Forza Italia al Park Hotel Ca' Noa, questa mattina a Brescia.

Nella nostra coalizione, non può esserci la pretesa di un partito di rappresentare tutti gli altri ha detto Parolini. Il rispetto reciproco è la base comune da cui partire. Esiste una coalizione fatta da partiti diversi, chiamati a lavorare per rendere più espliciti i propri ideali di riferimento: persona, famiglia, libertà d'impresa, solidarietà, sussidiarietà e integrazione basata su un'identità precisa. Sono capisaldi sui quali costruire un programma politico adatto alla realtà bresciana e lombarda.

Da qui, la proposta di Parolini di promuovere uno spazio di lavoro concreto per affrontare anche l'imminente sfida elettorale: puntiamo a raggiungere questo obiettivo attraverso gli Stati Generali del Centrodestra, da convocare a Brescia entro i primi giorni di aprile. Un appuntamento al quale invitare tutte le realtà sociali ed economiche, perché non possiamo evitare di ascoltare i soggetti per i quali ci impegniamo. Ci attende una battaglia elettorale decisiva, per affrontare la quale dobbiamo restare uniti. Il rinnovo delle amministrazioni comunali sono la prima sfida da affrontare senza dividerci, dobbiamo cominciare da lì. Bisogna rimettere al centro della politica la realtà, che è fatta anche dei tanti sindaci che incontrano quotidianamente le necessità di numerose persone.

Al di là di intese di governo necessarie ma momentanee e provvisorie, per Parolini l'avversario rimane la sinistra. Con essa ci dobbiamo misurare su una proposta politica utile per uscire definitivamente dalla crisi che, loro, non hanno ancora reso esplicita, forse perché incapaci di allontanarsi dall'influenza del vetero sindacalismo della Cgil”.

Da ultimo, il capogruppo del Nuovo Centrodestra in Regione ha ricordato l'invito del Cardinale di Milano, Angelo Scola, fatto martedì scorso durante la sua visita al Pirellone: la crisi che attraversa anche il nostro paese non è solo economica, ma è un travaglio che deve portare ad una nuova nascita per la nostra patria. Il Centrodestra deve dare a questa nuova nascita un contributo decisivo