Programma Regionale di Sviluppo X Legislatura:

Il capogruppo PDL Mauro Parolini cita la Rerum Novarum: “Documento attualissimo, più protagonismo per i corpi intermedi e le autonomie locali”

Milano, 3 luglio 2013 – Sono stati discussi stamattina in Commissione I° Programmazione e Bilancio, alla presenza dell’assessore al Bilancio di Regione Lombardia Massimo Garavaglia, gli 88 emendamenti presentati dalle Commissioni Consiliari in riferimento al Programma Regionale di Sviluppo X Legislatura che andrà in discussione in Aula la prossima settimana.

Il presidente della Commissione I° Programmazione e Bilancio Alessandro Colucci ha ricordato come il PRS “sia una provvedimento di portata generale e, come tale, un atto d’indirizzo politico in linea con quanto già evidenziato nel programma di mandato della Giunta regionale”.

Tra gli emendamenti approvati e presentati fuori dall’esame del documento nelle diverse Commissioni, quello  del Capogruppo PDL Mauro Parolini:

“Si tratta – ha spiegato Parolini – di un emendamento di natura generale e d’indirizzo che va a chiarire alcuni concetti che sono già sottesi al documento. In primo luogo –  ha aggiunto il Capogruppo PDL – la valorizzazione del principio di sussidiarietà, come esaltazione dei corpi intermedi e delle ‘forze vive’ della società civile”.

“In secondo luogo – ha continuato Parolini – un’indicazione ancora più decisa a favore delle autonomie locali, che sono oggi una grossa risorsa per la nostra regione e che meritano un chiaro sostegno partendo proprio dai nostri comuni”.

Parolini ha concluso citando la Rerum Novarum di Papa Leone XIII: “Quei principi ispiratori, pur codificati due secoli fa, sono oggi ancora attualissimi, tanto dall’essere il vero tratto distintivo di questo Piano Regionale di Sviluppo e, in questa prospettiva, si colloca anche  il mio emendamento”.

Emendamento al PRS.doc