Milano, 28 mag. – “Siamo impegnati in percorso molto significativo verso una maggiore integrazione e coordinamento, che oggi sono caratteristiche strategiche e imprescindibili della promozione turistica. E nel piano di promozione presentatoci ho visto i frutti positivi di questa sinergia interregionale, che Regione Lombardia intende valorizzare per consolidare l’intera area del Garda come uno dei poli turistici più importanti nel panorama europeo”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia commentando gli esiti dell’incontro che si è tenuto nei giorni scorsi a Riva del Garda per la definizione del progetto operativo di promozione del territorio gardesano per il triennio 2016-2018 con il presidente del Consorzio Garda Unico, Paolo Artelio, il presidente del Consorzio Lago di Garda Lombardia Franco Cerini, quello di Ingarda Trentino Spa Marco Benedetti, l’assessore regionale veneto Federico Caner e l'Assessore al Turismo della Provincia Autonoma di Trento Michele Dallapiccola.

FARE MASSA CRITICA – “È un approccio che richiede impegno e che avrà effetti positivi sulle realtà economiche locali di riferimento. Oggi – ha spiegato Parolini – ci si muove infatti all’interno di un mercato internazionale che continua a crescere e ad offrire nuove sfide e opportunità, ma che richiede una rinnovata capacità di fare massa critica per essere visibili ed attraenti”.

PRESENZA WEB – “Molte azioni contenute nel piano si integreranno con quelle già messe in campo da Regione Lombardia e si inseriscono in un contesto più ampio di interventi che condividiamo, soprattutto per quanto riguarda quelli finalizzati ad utilizzare le potenzialità del web. L’uso di Internet e delle tecnologie digitali nel settore del turismo – ha sottolineato l’assessore – ha infatti rivoluzionato radicalmente il modo di viaggiare e ha reso globale la competizione per intercettare nuovi turisti. Per questo è importante progettare un presenza digitale più efficace ed interattiva”.

BRAND LOCOMOTIVA – “Quella del Garda – ha concluso Parolini – è un’area turistica incantevole e in più, rispetto ad altre zone, rappresenta un brand affermato nel mondo. Nell’ottica di promozione e di sviluppo che ci siamo impegnati a sostenere è molto importante puntare su questi ‘brand locomotiva’, in modo che possano fungere da traino per far conoscere ad un pubblico di viaggiatori sempre più ampio ed attento, e alla ricerca di esperienze di viaggio entusiasmanti anche la ricchezza di località turistiche della zona meno conosciute, che rappresentano veri e propri diamanti grezzi con potenzialità ancora non pienamente espresse”.

DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE CERINI – “L’attenzione che gli assessorati al Turismo di Lombardia, Veneto e Trentino stanno dedicando all’area gardesana – ha commentato il Presidente del Consorzio di promozione turistica Lago di Garda Lombardia, Franco Cerini – è un segnale ottimo, che conforta l’impegno delle istituzioni locali e degli operatori turistici nella promozione integrata del territorio”.
“Il nostro auspicio – ha concluso Cerini – è che le risorse destinate alla valorizzazione di questa primaria destinazione turistica europea, che registra oltre 22 milioni di presenze annuali, possano consentire al brand Garda di registrare nuovi record, perché attraverso questa sinergia interregionale il Benaco potrà consolidare la propria straordinaria capacità attrattiva, rafforzando al contempo la presenza sui mercati di riferimento e la popolarità del nostro marchio sui nuovi mercati”.