Sul rilancio del turismo in Valcamonica credo proprio che il centrosinistra arrivi in clamoroso ritardo. Mentre promette di fare qualcosa di meglio dimentica che solo qualche giorno fa abbiamo firmato con le istituzioni locali un accordo per lo sviluppo turistico ed economico delle tre principali valli della provincia di Brescia che prevede investimenti per ben 36 milioni di euro. Il progetto, che ha visto nella sua redazione il totale coinvolgimento del territorio, può contare su uno stanziamento della Regione di oltre 10 milioni di euro e si inserisce in un’azione complessiva di rilancio, promozione e sostegno del turismo che abbiamo intrapreso sulla Lombardia e sulla provincia di Brescia.

Il centrosinistra propone di fare qualcosa, magari meglio, nella prossima legislatura. Tuttavia nel frattempo, anche grazie al nostro lavoro, arrivi e presenze sono cresciute a doppia cifra negli ultimi anni in provincia di Brescia, abbiamo investito in un anno oltre 60 milioni di euro, abbiamo fatto conoscere a blogger, influencer, tv e giornalisti la ricca offerta della provincia fino ad arrivare in Times Square a New York, dove la Valcamonica è stata protagonista assoluta, abbiamo contribuito al successo planetario di Floating Piers, con le nostre misure a favore del turismo e dell’attrattività abbiamo sostenuto investimenti per 37 milioni di euro solo nella provincia di Brescia.

Ben vengano le promesse della campagna elettorale: noi partiamo dal lavoro fatto per portarlo a termine, a cominciare da quelle aree che sosteniamo con l’accordo appena firmato.