Milano, 1 ott. – “Solo insieme si possono cogliere le grandi opportunità di crescita che sta offrendo il mercato ed è per questo che oggi, con la Camera di Commercio di Sondrio e i protagonisti della filiera turistica in Valtellina, consolidiamo un approccio alla promozione sinergico e concreto, che avrà ricadute positive sul tessuto economico locale e che costituirà un modello strategico da replicare anche in altre aree turistiche della Lombardia”. È quanto ha dichiarato stamane Mauro Parolini, assessore regionale al Commercio, Turismo e Terziario, annunciando lo stanziamento, su sua proposta, della somma di 400mila euro a sostegno del progetto di valorizzazione dell’offerta turistica della Valtellina promosso da Regione Lombardia e dalla Camera di Commercio di Sondrio.

L’iniziativa, che sarà realizzata con il coinvolgimento dei soggetti territoriali (quali la Provincia di Sondrio, i Comuni, le Associazioni di categoria, i Consorzi di promozione turistica) e degli operatori turistici, prevede una dotazione economica complessiva di 800mila euro (400mila da Regione Lombardia e 400mila a carico di CCIAA Sondrio e dei soggetti del territorio) e punterà ad aumentare la competitività e l’attrattività turistica della Valtellina sul mercato nazionale ed internazionale.

TURISMO MONTANO – “La nostra attenzione è rivolta a valorizzare i principali asset del turismo montano invernale ed estivo, come il contatto con la natura, lo sport e l’enogastronomia, in modo da creare e promuovere offerte esperienziali che si rivolgano a target specifici. Vogliamo farlo in modo sussidiario ed organico – ha spiegato Parolini – favorendo la collaborazione tra i soggetti coinvolti nelle fasi di progettazione e di attuazione del piano, che verrà sviluppato su differenti canali, soprattutto attraverso il web”.

PRESENZA SU WEB – “L’uso di Internet e delle tecnologie digitali nel settore del turismo – ha sottolineato l’assessore – ha infatti rivoluzionato radicalmente il modo di viaggiare. Si punterà quindi a migliorare la promozione sul web, che negli ultimi anni ha reso globale la competizione per intercettare nuovi turisti e che pertanto richiede una presenza digitale più efficace e moderna. Oggi, sempre più spesso, il viaggio inizia su internet, ma per essere visibili ed attrattivi nella vastità del mercato occorre aumentare la nostra dimensione, superare la frammentazione e mettere in rete tutte le energie presenti in questo stupendo territorio”.

ANNO DEL CAMBIAMENTO – “Per il turismo Made in Lombardia questo è l’anno del cambiamento. Stiamo vivendo infatti un momento decisivo, cruciale e particolarmente favorevole, in cui si stanno ponendo le basi per compiere un salto di qualità. Regione Lombardia – ha concluso Parolini – è impegnata a consolidare questo trend positivo, innescato anche da Expo: lo abbiamo fatto prima dell’evento attraverso diverse misure che hanno reso la provincia di Sondrio più visibile e più allettante per i turisti, e continueremo a farlo implementando la riforma legislativa del turismo che abbiamo appena approvato e sostenendo il comparto con iniziative come questa”.