(Ln – Milano, 06 giu) "Il turismo russo verso la Lombardia è in
costante crescita con un'interessante capacità di spesa e
particolare interesse, oltre alla città di Milano, per i laghi,
per le terme e per le località sciistiche, per questo Regione
Lombardia ha selezionato anche la Russia tra i mercati ritenuti
strategici per Expo 2015". È quanto affermato dall'assessore

al Commercio, Turismo e Terziario Mauro Parolini nel corso
del suo intervento al convegno, organizzato dall'Università
'Bicocca' di Milano, dal titolo: 'Il turismo italo-russo, nuovi
orizzonti conoscitivi, formativi e operativi'.

FORMAZIONE  – "I turisti provenienti dalla Russia però – ha
sottolineato l'assessore –  hanno esigenze particolari per
questo i tour operator che promuovono Expo hanno bisogno di
essere formati adeguatamente affinché offrano pacchetti, offerte
e servizi congruenti alle loro aspettative". Per questo motivo –
ha spiegato – Regione Lombardia con la Camera di Commercio di
Milano si sta attivando per realizzare un progetto volto alla
formazione degli operatori di strutture ricettive alberghiere ed
extra alberghiere della Lombardia (in generale di tutti gli
operatori legati al comparto turistico) al fine di incrementarne
professionalità e competitività".

ATTENZIONE ALLA PERSONA – "In particolare – ha continuato il
titolare regionale in materia di Turismo – la formazione si
orienterà sui temi esperienziali, come Arte e Cultura; Business;
Enogastronomia e Food Experience; Fashion, Design, Artigianato e
Shopping; Musica, Teatro e Spettacolo; Natura e Green; Sport e
Turismo Attivo; Terme e Benessere; Turismo Religioso
maggiormente percepiti dai turisti e sui quali la Lombardia può
giocare un ruolo di particolare eccellenza nella promozione del
territorio rispetto ai competitors interni ed internazionali con
un'attenzione particolare ai rapporti interpersonali". "Non è
possibile, infatti – ha precisato – prescindere dal fatto che i
turisti sono persone e che le persone sono tutte diverse, con la
loro storia, la loro cultura: accoglierli tenendo conto di tutto
questo, significa farli sentire a casa, soddisfare le loro
esigenze e invogliarli a tornare".

OLTRE EXPO  2015 – "Il percorso che si intende attivare  in
vista di Expo con la stretta connessione tra gli operatori del
turismo, della cultura, dei servizi e del commercio – ha
concluso l'assessore – è quello di avviare la costruzione di
nuovi prodotti turistici che permettano ai turisti che
arriveranno in Lombardia di vivere un'esperienza, unica ed
irripetibile che permetta loro di portare a casa emozioni a 360
gradi e ricondurli in Lombardia anche negli successivi
all'Esposizione".