Bresciaoggi 20 marzo 2010
 
Un investimento sul trienno 2010-2012 di circa 157 milioni di euro. È quanto la Provincia spenderà in nuove opere stradali e manutenzioni in questo periodo. Ma vediamo nel dettaglio l’articolazione degli interventi illustrati dall’assessore provinciale Mauro Parolini. Il piatto forte è costituito dalle opere in costruzione per un totale di circa 96 milioni di euro, suddiviso in 65 nel 2010, 32 nel 2011 e 33,7 nel 2012. Poi ci sono gli interventi di manutenzione straordinaria per le asfaltature, le pavimentazioni, l’eliminazione di punti pericolosi, le strettoie, gli incroci. 
E LA MANUTENZIONE ordinaria? Complessivamente è quasi la stessa cifra e prevede opere di mitigazione acustiche (posa di barriere antirumore), installazione di guard-rail, interventi di emergenza, miglioramento delle gallerie, consolidamento di ripe e scarpate. 
In attesa di realizzare la tangenziale di Nave, sarà riqualificato il suo centro abitato, attraversato dalla Sp237 del Caffaro per 1 milione di euro, mentre altri 6 saranno spesi per la sistemazione di alcuni tratti dalla Sp11 (Padana superiore) e la riqualificazione della Sp18 dalla località «Bargnana» alla Sp19. 
E dove sono destinati i 95,9 milioni di euro per la realizzazione di nuove arterie? L’importo più consistente è rivolto alla variante della Orceana per 27 milioni di euro, riguardanti due lotti. Il primo nel 2010 prevede il tratto tra Orzinuovi e Corzano, mentre il secondo nel 2011 tra Maclodio e Lograto che eviterà il transito dei mezzi pesanti e delle auto di passaggio dai centri abitati. 
Un capitolo particolare riguarda i percorsi ciclabili su laghi di Garda e Iseo. L’investimento totale è di circa 11 milioni di euro, tutti preventivati quest’anno. 
PER IL SEBINO IL TERZO stralcio tra Pilzone e Covelo e per il Garda si potrà in futuro percorrere la sponda bresciana da Salò a Limone, fino al confine con il Trentino, riqualificando tratti della vecchia Gardesana. In bilancio va aggiunto il segmento tra Lonato e Salò (Valtenesi) e quello tra Lonato e Castiglione delle Stiviere. 
In agenda, tornando alle strade, anche il completamento della variante di Gambara per 5 milioni di euro, la deviante della frazione Piffione sul territorio di Borgosatollo (4 milioni) e un ulteriore intervento sulla Sp668 (Lenese) all’altezza del Comune di Calcinato. 
Il quadro si completa, oltre ad opere di minore entità, con il collegamento stradale tra lo scalo merci «piccola velocità» e le tangenziali cittadine (Ovest e Sud) per circa 18 milioni di euro. Infine nel 2012, l’attenzione è rivolta a proseguire l’intervento della variante tra la Sp62 e la Sp18 per l’interruzione del tratto interessato al passaggio della Bre.Be.Mi. 
Il Piano triennale delle opere pubbliche, adottato dalla Giunta provinciale, sarà in allegato al bilancio di previsione 2010 che si prevede di approvare in Consiglio entro aprile.